LA PAROLA AI LETTORI, LE NEWS

“I Delitti Negati” cattura, coinvolge, emoziona e commuove, con un pizzico di piccantino…


Mi sono svegliata oggi con i sintomi di un’influenza invernale, in un giorno afoso, ventoso e nuvoloso tipico di questa strana e inesistente primavera, insomma una classica giornata “no“. Mi è bastato entrare nel mio sito web e scoprire questo autentico gioiello, inviato da un mio fedele lettore, per illuminare tutto ciò che mi sembrava grigio… è da leggere!

Appena iniziato a leggere “I delitti negati” ho avuto la stessa sensazione di un pesce abboccato alla lenza di un pescatore e, da questi, trascinato fuori dall’acqua. Così mi sono sentito attratto dalla lettura coinvolgente dell’ultimo capolavoro di Daniela. Con la differenza che l’epilogo per il povero pesciolino non è piacevole, per me invece è stato sublime. Il romanzo è un crogiolo di sentimenti, passioni, valori sani che ben si amalgamano tra essi. E anche un pizzico di piccantino, dosato e descritto in maniera molto sobria, che non guasta, ma al contrario dà “sapore” al romanzo. Per non parlare degli odori, dei sapori che ho percepito leggendo la descrizione accurata delle pietanze e piatti della cucina reatina. Ancora una volta e questa volta in modo più forte, Daniela ha generato un romanzo intrecciando le storie a prima vista slegate tra loro ma che poi convergono in un unico finale. Inoltre mi è piaciuto molto la grande carica di umanità, di amore, di amicizia, di rispetto che ha accompagnato tutto il romanzo. In genere in un giallo, verso la fine del libro, si intuisce chi è il colpevole. Qua no, ti lascia col fiato sospeso fino all’ultimo. Unico rammarico è che l’ho letto con voracità ed è finito subito. Avrò modo di rileggerlo e ravvivare le emozioni che ho provato. Come l’ultima, molto intensa che mi ha commosso, dell’incontro in ospedale tra Rosco e Marilena. Grazie ancora, Daniela!

GIACOMO MESSENIO 

Commento lasciato all’articolo E’ in Libreria! https://danielaalibrandi.wordpress.com/2019/06/09/e-in-libreria/

 

Annunci
Standard
LE NEWS, Le Recensioni

Mancano poche ore all’uscita del romanzo… in anteprima e in esclusiva, ecco ciò che scrive Salvina Pizzuoli per Tuttatoscanalibri!

Un commissario, Riccardo Rosco, è protagonista delle pagine di Daniela Alibrandi che portano il titolo I delitti negati, un’espressione che, oltre al titolo, compare tre volte nel romanzo, lasciando aperta al lettore, soprattutto all’inizio, una duplice interpretazione delle maglie investigative che si andranno via via dipanando. Un personaggio, quello del commissario, che l’autrice tratteggia, delineandone nel corso […]

via Daniela Alibrandi “I delitti negati” L’erudita 2019 — tuttatoscanalibri

Daniela Alibrandi “I delitti negati” L’erudita 2019 — tuttatoscanalibri

Citazione
LA STAMPA, LE NEWS

Da Webcomunicazioni un gran bell’articolo!


Daniela Alibrandi, autrice di romanzi di successo e di forte impatto emotivo, alcuni dei quali tradotti nelle edizioni inglesi, torna a fine mese in libreria con un potente thriller dal titolo “I Delitti Negati” (L’Erudita marchio Giulio Perrone Editore). Questa interessante scrittrice ci ha abituato a trame intrecciate e colpi di scena e la sua nuova opera di certo non tradisce le aspettative…

Continua a leggere… http://webcomunicazioni.it/daniela-alibrandi-torna-in-libreria-con-il-suo-ottavo-romanzo-i-delitti-negati.htm?fbclid=IwAR3vmtJjPvouPZgoqVIby7tH9_tlxFXg7d_NxcMvx7TB-lW7t25NtEn5PBY

“I delitti negati” (L’Erudita, marchio Giulio Perrone Editore)

                                                                                                               

 

 

 

Standard
I MIEI LIBRI, LE NEWS

A fine mese in libreria “I delitti negati”, un potente thriller!


 “I delitti negati” (L’Erudita marchio Giulio Perrone Editore) è uscito alla fine di questo elettrizzante mese di maggio. In un freddo inverno degli anni Ottanta due storie nascono in modo apparentemente scollegato durante i preparativi per il Natale a Borgo Pio, in prossimità della Città del Vaticano. In una bottega di oggetti sacri e abiti talari, la giornata del vecchio Rinaldo comincia come sempre. In quelle stesse ore, il commissario Rosco si sta accomiatando dai ragazzi della sua squadra. È stato trasferito dall’importante commissariato di Roma a uno piccolo in provincia di Rieti, una punizione per aver commesso un’imperdonabile leggerezza nella precedente indagine. Ma nulla è come appare e le due situazioni si intrecceranno in un coinvolgente crescendo, tra improvvisi colpi di scena e scenari intrisi di fede e sacralità. Insomma, da non perdere!

               La prima presentazione del romanzo:

Questo slideshow richiede JavaScript.

                 LA STAMPA

Daniela Alibrandi torna in libreria con il suo ottavo romanzo: “I Delitti Negati”

Daniela Alibrandi, autrice di romanzi di successo e di forte impatto emotivo, alcuni dei quali tradotti nelle edizioni inglesi, torna a fine mese in libreria con un potente thriller dal titolo “I Delitti Negati” (L’Erudita marchio Giulio Perrone Editore). Questa interessante scrittrice ci ha abituato a trame intrecciate e colpi di scena e la sua nuova opera di certo non tradisce le aspettative…Continua a leggerehttp://webcomunicazioni.it/daniela-alibrandi-torna-in-libreria-con-il-suo-ottavo-romanzo-i-delitti-negati.htm?fbclid=IwAR2X7aMgIcsydP-UBzE8XhXpsi3UxNNUkxbYs4GYWcXJPT6cj_wRq9MdbaY

Daniela Alibrandi ci regala un nuovo potente thriller

Esce a fine maggio per l’Erudita, marchio Giulio Perrone Editore, il nuovo e coinvolgente thriller di Daniela Alibrandi dal titolo “I delitti negati”. Questa scrittrice italiana ha già affrontato, nei suoi precedenti lavori, argomenti scottanti in trame avvincenti e ambientate in periodi storici contemporanei. Nel suo nuovissimo thriller, l’autrice ci porta in un freddo inverno degli anni Ottanta, durante i preparativi per le festività natalizie … Continua a leggere…https://alessandria.today/2019/05/20/daniela-alibrandi-ci-regala-un-nuovo-potente-thriller/?fbclid=IwAR2Qm_d9qlardz5th8_KBU90nd4tejoHU17ojHLPtEjfqM4fBV8qLw7VVtE

https://www.facebook.com/Daniela-Alibrandi-Autore-108488582556510/

Standard
Eventi, LE NEWS

Siete pronti per il Book Pride?


Io sì, al Book Pride di Milano dal 23 al 25 marzo, ci sarò con due dei miei libri!

Allo stand V16 di Del Vecchio Editore potrete trovare il mio libro

UNA MORTE SOLA NON BASTA

http://www.delvecchioeditore.com/libro/cartaceo/227/una-morte-sola-non-basta

Mentre allo stand V22 di Giulio Perrone Editore c’è il mio libro

IL VASO DI BEMBERLY

http://www.lerudita.it/il-vaso-di-bemberly/

Due storie di grande impatto emotivo che indagano in modo diverso le difficile dinamiche familiari. “Una morte sola non basta” investiga il male assoluto, cioè quello che a volte si può subire nel luogo che più dovrebbe proteggere, cioè la famiglia. Un grande romanzo neo realista che segue la crescita e le esperienze di due bambine nate negli anni ’50, vittime di tipi diversi di violenza. Fino a quando, ormai ragazze, i loro destini si incontreranno dando origine a eventi imprevedibili. Un tuffo nelle ambientazioni di una Roma troppo facilmente dimenticata, colta nella semplicità degli anni Cinquanta, nella frenesia del boom economico degli anni Sessanta, per finire alle contraddizioni degli anni Settanta.

Diametralmente opposta invece la trama de “Il vaso di Bemberly”, totalmente ambientato in un borgo antico, ricco di reperti etruschi, dove una nonna si batte contro le avversità delle sfide moderne, quali la crisi economica, per non far allontanare i nipoti dalla terra d’origine. E in sottofondo la realtà di un piccolo borgo, ancora segnato da vecchie faide e animato dal chiacchiericcio femminile. Ricco di spunti divertenti e profondi, il romanzo porta in un mondo che in alcuni tratti assume un sapore favolistico, mentre indaga la profondità dell’affetto più puro, quello che si riceve in famiglia.

Non avete che da scegliere. Io posso solo augurarvi una buona lettura!

 

 

Standard
Interviste, LE NEWS, Trasmissioni televisive e radiofoniche

La mia intervista a Radio Radio


Un’intervista davvero bella! Mi sono trovata in grande sintonia negli studi di Radio Radio, dove è stato naturale conversare del mio mondo di autrice e dei due miei ultimi libri, “Una morte sola non basta”, pubblicato da Del Vecchio editore nel marzo 2016, e “Il vaso di Bemberly”, pubblicato da L’Erudita di Giulio Perrone Editore, nel maggio 2017. Entrambi i romanzi erano presenti alla Fiera del Libro Piùlibripiùliberi di Roma, lo scorso mese di dicembre, e al Book Festival di Pisa. “Una morte sola non basta” è stato apprezzato anche al Salone del Libro di Torino e a Piùlibripiùliberi dello scorso anno.

Due romanzi che investigano gli aspetti contrastanti relativi alle relazioni famigliari. Il Male senza assoluzioni e il Bene ssoluto. Due storie diametralmente opposte, che rendono visibili le tante sfaccettature degli affetti più intimi. La prima storia immersa negli scenari di una Roma semplice e affascinante e, in contrasto, la seconda nella cornice di un piccolo borgo antico, dal sapore favolistico.

Ascoltate l’intervista!

“Una morte sola non basta”

http://www.delvecchioeditore.com/libro/cartaceo/227/una-morte-sola-non-basta

https://www.amazon.it/Una-morte-sola-non-basta-ebook/dp/B01I04C4EC/ref=sr_1_1?s=books&ie=UTF8&qid=1516641449&sr=1-1&keywords=una+morte+sola+non+basta

                                                                           Il vaso di Bemberly

https://www.amazon.it/vaso-Bemberly-Daniela-Alibrandi/dp/886770236X/ref=sr_1_1?s=books&ie=UTF8&qid=1516641550&sr=1-1&keywords=il+vaso+di+bemberly

http://www.lerudita.it/il-vaso-di-bemberly/

Standard
Eventi, LE NEWS

A tu per tu con lettori raffinati e attenti


Ieri, una serata magnifica trascorsa insieme ai miei lettori! L’anno letterario non poteva avere un inizio più significativo e coinvolgente. Sono stata ospite del Circolo Letterario Equilibri Sopra le Righe, che ringrazio di cuore per l’invito, presso la libreria Ilfilodisofia di Santa Marinella, che ha ospitato l’evento.

Mi sono trovata a tu per tu con lettori raffinati e attenti, in un dialogo che è partito dai temi trattati nel mio libro “Il vaso di Bemberly”, e che ha spaziato su argomenti di varia natura, nelle piacevolissime ore trascorse insieme.

Grazie alle domande che mi sono state rivolte, abbiamo esaminato gli aspetti tecnici che accompagnano la nascita di un libro, la profondità degli argomenti morali, etici, addirittura storici. Abbiamo cercato di dare una risposta all’interrogativo relativo agli aspetti autobiografici che si nascondono nella trama di un romanzo.

Alcuni dei presenti mi conoscevano per la prima volta, con “Il vaso di Bemberly”, mentre c’era chi aveva letto tutti i miei libri, e ha potuto fare un interessante confronto con i thriller psicologici nei quali ho trattato il Male, come in “Nessun segno sulla neve” o in “Una morte sola non basta”, in un parallelismo sorprendente con il Bene espresso invece ne “Il vaso di Bemberly” (L’Erudita di Giulio Perrone Editore maggio 2017).

Mi è stato fatto notare che anche in un romanzo come questo, ricco di sentimenti positivi, vi sia sempre quel filo narrativo che prende e porta a leggere una pagina dopo l’altra con la suspense e l’irrefrenabile desiderio di sapere come finisce la storia. Ho ammesso che, in un passaggio della narrazione, sono stata tentata di deviare per il genere thriller, decidendo invece di descrivere stavolta solo il bene e i valori familiari e sociali che sembrano essere dimenticati. (il video riproduce proprio quel dialogo)

Mi ha sorpreso e toccato l’osservazione di una lettrice a cui sembrava di aver individuato un cambiamento di stile in un punto preciso del romanzo. La sua sensibilità è stata stupefacente, perché infatti, proprio mentre scrivevo quelle pagine, stavo vivendo la mancanza di una persona cara. La prova che l’animo dell’autore e del lettore possono compenetrarsi in uno scambio autentico e profondo.

Insomma, è stato un incontro indimenticabile, che mi ha lasciato un’indelebile sensazione avvolgente. Quando ci siamo salutati, prima di uscire nella notte ventosa di gennaio, ho sentito inequivocabilmente che un autore non è mai solo. Nel momento in cui dà vita a un romanzo è con i suoi personaggi e in seguito resterà a lungo nell’animo dei lettori.

Questo slideshow richiede JavaScript.

http://www.lerudita.it/il-vaso-di-bemberly/

Standard