LE NEWS

Se chi legge emoziona l’autore…


Le stupende letture dell’attrice Lucia Caponetto! Stavolta legge, anzi interpreta, alcuni brani presi dal mio romanzo “Una morte sola non basta” (Del Vecchio Editore) e da testi di altri autori tra cui Carlo Lucarelli. E l’attrice ha scelto Porta Soprana a Genova, come splendida cornice dell’evento. Quando è l’autore ad emozionarsi ascoltando chi legge i suoi scritti, il cerchio magico tra scrittura e lettura si chiude in modo indissolubile.

“Una morte sola non basta” esprime nel tempo una sempre maggiore potenza. Ambientato nella Roma che va dalla semplicità degli anni Cinquanta, al boom economico degli anni Sessanta per terminare nelle contraddizioni degli anni Settanta, segue la vita di due bambine vittime di forme diverse di violenza, perpetrata da chi invece avrebbe dovuto difenderle. E nello sfondo il nostro Belpaese, con il suo fascino e i suoi contrasti. Non a caso questo libro, definito dalla critica un grande romanzo neo realista, è stato presentato alla biblioteca della Camera dei Deputati e inserito, in edizione italiana, nel catalogo di prestigiose università statunitensi, quali Harvard e Yale.

Ma voglio dirvi anche dell’iniziativa ammirevole che ha avuto Lucia Caponetto durante il terribile lockdown dovuto al Coronavirus. Infatti ogni giorno ha letto una favola ai bambini chiusi in casa, cercando di mitigare con il suo sorriso e la sua allegria la pesantezza nella quale ci siamo tutti trovati a vivere. L’editore Morellini ha poi raccolto le favole in una pubblicazione dal titolo “Il mostro con gli occhi rossi”, disponibile in cartaceo e in ebook, con i link alle relative letture dell’attrice. Un lavoro encomiabile che resterà come ricordo dell’incredibile forza comune nel combattere anche il peggiore dei mali. Io ho avuto l’onore di partecipare all’iniziativa con la mia favola “La vera storia della befana”, che fa parte della pubblicazione, il cui acquisto va a sostegno delle attività della fondazione Renato Piatti, dedita a persone con autismo e disabilità.https://www.morellinieditore.it/scheda-libro/autori-vari/il-mostro-con-gli-occhi-rossi-e-altre-storie-9788862988032-579416.html

L’attrice ha una pagina facebook e un canale youtube https://www.youtube.com/channel/UCw_mCHM3yYSHRaXoVjZ5bUA dove sono raccolte le sue magnifiche letture.

Nel menu del sito i link di acquisto per “Una morte sola non basta”https://danielaalibrandi.wordpress.com/2015/12/15/634/ 

Standard
LE NEWS

“Delitti fuori orario”, una realtà ad alta tensione! Dal 3 settembre in libreria, è già prenotabile in anteprima al link della casa editrice


Ed eccolo finalmente, il noir che vi terrà svegli! “Delitti fuori orario”, pubblicato da Ianieri Edizioni, sarà sullo scaffale in libreria dal prossimo 3 settembre, ed è già prenotabile in anteprima al sito della casa editrice http://www.ianieriedizioni.com/negozio/varia/delitti-fuori-orario/ . Rientrato tra i finalisti del concorso letterario nazionale per inediti “Romanzi in cerca d’autore 2018”, organizzato da Mondadori Store, Kobo Writing Life e Passione Scrittore, esce nella collana editoriale Notturni della casa editrice Ianieri.

“Delitti fuori orario di Daniela Alibrandi è un noir metropolitano ad alta tensione narrativa da leggere tutto d’un fiato”

 Ricordate: “Delitti Fuori orario”, Ianieri Edizioni ISBN 9791280022028

Restate collegati per l’anteprima nazionale!

 

 

Standard
LE NEWS

Ci siamo quasi per “Delitti Fuori Orario”… e i ricordi sono tanti. Seconda puntata


Eravamo rimasti al momento nel quale mi avevano comunicato che l’inedito “Delitti Fuori Orario” era tra i finalisti del concorso letterario nazionale Romanzi in cerca d’autore, organizzato da Mondadori, Passione Scrittore e Kobo. Ero invitata all’evento letterario organizzato per la premiazione nell’ambito delle manifestazioni del Salone del libro di Torino. Gioia, soddisfazione, ansia, insomma, non stavo nella pelle.

Intanto Passione Scrittore iniziò a porre ai finalisti una domanda semplice: Cosa rappresenta per lei la scrittura? Le risposte venivano pubblicate sulla loro pagina Facebook. Ecco la mia:

“Per me lo scrivere è assoluta e incondizionata passione, carezza nell’anima che rende palpabili i sogni nascosti e realizza i viaggi impossibili. E’ il mio rifugio, il mio tutto”.

Non mancava molto alla premizione e ai frenetici giorni dedicati al Salone del Libro di Torino. I miei precedenti romanzi erano già stati sugli stand del Salone, ma per me era un’emozione nuova, e in un evento tanto singolare.

E ora il sogno che riguarda l’inedito “Delitti Fuori Orario” si sta per avverare…

 

 

Standard
LE NEWS

Insieme per ricominciare


Ieri sulla spiaggia di Santa Marinella, nel corso dell’evento “Solstizio a Mare”, le emozioni sono state tante. Letture appassionate di pensieri e racconti sbocciati durante la difficile prova della quarantena e della distanza, dell’isolamento e della solitudine. Parole vibranti che hanno reso il tramonto ancor più luminoso, il toccante reading dell’associazione Le Voci, accompagnato dalla musica di sottofondo di Rose Lee Haiden. E’ così che si può ricominciare, all’aria aperta, mentre gli ultimi raggi del sole carezzano il mare, seduti rispettando la distanza, ma condividendo intense emozioni. Adesso che nell’animo di tutti noi si sono scavate quelle rughe profonde che non spariranno mai, ma che ci avvicineranno sempre più.

Questo slideshow richiede JavaScript.

 

Standard
LE NEWS

Inizia il count down per l’uscita di “Delitti Fuori Orario” (Ianieri edizioni)


E’stata un’avventura significativa la partecipazione al concorso “Romanzi in cerca d’autore” del 2018, organizzato da Mondadori in collaborazione con Passione Scrittore e Kobo Writing life. Stavo scrivendo un libro e mi è sembrato normale terminarlo e inviarlo nei termini del contest. Poi non ci ho penasto più, finché un pomeriggio mi è arrivata la telefonata che inconsapevolmente attendevo. Ho risposto con la diffidenza riservata alle chiamate che spesso irrompono nella nostra tranquillità solo per pubblicizzare prodotti. Poi, mi sono resa conto che a chiamarmi era qualcuno dello staff del concorso. Ero tra i finalisti con il mio romanzo giallo “Delitti Fuori Orario”. Io? Proprio io? mi veniva da chiedere, mentre l’operatrice  scandiva il giorno e l’ora della premiazione alla quale ero ovviamente invitata. Indescrivibile l’esplosione di sentimenti che mi ha investito subito dopo aver chiuso la comunicazione!

E’ cominciata così un’avventura affascinante, che descriverò prossimamente, per rivivere insieme a voi l’emozione di un successo, proprio ora che quel sogno si sta per realizzare. Restate collegati!

Standard
LE NEWS

“Un’ombra sul fiume Merrimack”, leggerlo non è stato mai tanto facile!


Il libro è sempre disponibile, in cartaceo e in ebook, in tutti gli store online. IBS lo sta promuovendo proprio in questi giorni. E per chi ama il cartaceo,“Un’ombra sul fiume Merrimack” (Novelwriting 2012 e più volte Best Seller di Amazon Italia) si può ordinare in 4.500 librerie. Al seguente link troverete quella più vicina a voi:

https://www.youcanprint.it/librerie-in-italia-self-publishing.html?fbclid=IwAR2-71MMgJ2axm5KMZe9TCFyeINzdFLA0We45voJGGu5_kUZUwoG73iEjuM

Inoltre è disponibile in tutte le librerie del territorio nazionale servite da Fastbook

                    LEGGETE L’ANTEPRIMA GRATUITA!

Il libro è anche diffuso all’estero nell’edizione inglese “A Shadow on Merrimack River”

https://www.amazon.com/SHADOW-MERRIMACK-RIVER-New-ebook/dp/B00EU3TOGE/ref=sr_1_1?dchild=1&keywords=A+shadow+on+Merrimack+river&qid=1592233888&s=books&sr=1-1

 

 

Standard
LE NEWS

Se fate una visita virtuale all’ITALIA BOOK FESTIVAL…


Se fate una visita virtuale all’ ITALIA BOOK FESTIVAL(16-24 maggio), non mancate di visitare lo stand di Del Vecchio Editore. Tra le bellissime pubblicazioni della casa editrice anche il mio libro “Una morte sola non basta”.

https://www.italiabookfestival.it/case-editrici/cataloghi/item/una-morte-sola-non-basta?category_id=407&fbclid=IwAR02MmAHl5J4QEbqB_1Jt7tcaM9PzQVKVGXSYEWopv0aCA7dfQgnK_eksV0

Questo libro, pubblicato da Del Vecchio Editore nel 2016, ha ottenuto ottime recensioni  dai critici letterari, ne hanno parlato testate giornalistiche nazionali, è stato presentato lo scorso anno presso la biblioteca della Camera dei Deputati ed è inserito, in edizione italiana,nel catalogo di prestigiose università statunitensi quali Harvard e Yale.

La trama tratta di un tema scottante, come la violenza sui minori, e l’ambientazione è stata più volte elogiata. Infatti fa da cornice all’intreccio della storia una Roma colta in un periodo storico e sociale non molto lontano dai giorni nostri. La città eterna fotografata dalla semplicità degli anni Cinquanta, al boom economico degli anni Sessanta, fino alle contraddizioni degli anni Settanta. Una lettura da non perdere!

                                                         SINOSSI

Roma, anni Cinquanta. L’Italia si sta lasciando alle spalle l’orrore della guerra, e si avvia a grandi passi verso gli anni del boom economico. Due uomini si incontrano su una panchina dell’ospedale San Camillo. Due storie si incrociano per pochi minuti per poi proseguire parallele e distanti. Anni Settanta. Il sogno del “miracolo italiano” lascia il passo alle contraddizioni e ai fermenti della rivoluzione sociale e dei movimenti giovanili. Due ragazze, poco più che adolescenti, si conoscono. Segnate, ognuna a sua modo, dalla violenza e dal silenzio di chi avrebbe dovuto proteggerle, continuano a collezionare errori e profonde delusioni. Nell’amicizia che si instaura, riconoscono entrambe la possibilità di un reciproco riscatto, che porterà a un epilogo imprevedibile. Sullo sfondo, si staglia la città eterna in continuo mutamento, che con le sue atmosfere e i suoi linguaggi commenta le fragilità e le contraddizioni di un’intera epoca e del Belpaese. In una narrazione limpida, senza artifici, che si sviluppa in un crescendo ininterrotto, seguiamo Ilaria e Michela.

Il libro è disponibile nelle librerie del territorio nazionale (Feltrinelli, Mondadori etc…), in tutti i negozi online nell’edizione cartacea ed ebook e presso il sito dell’editore Del Vecchio.

http://www.delvecchioeditore.it/prodotto/una-morte-sola-non-basta/

Questo slideshow richiede JavaScript.

Standard
LA STAMPA, LE NEWS

Un articolo con i fiocchi da L’Ortica del Venerdì!


Link all’articolo:

PREMIATA DANIELA ALIBRANDI

“I Misteri del Vaso Etrusco”(menzione di Merito al Premio La Felicità Ritrovata)  e “Nessun Segno sulla Neve” (Premio Circe 2013), i due romanzi di Daniela Alibrandi pubblicati da Edizioni Universo sono acquistabili online sui siti dedicati o presso la sede de L’Ortica chiamando il numero 069941736

Standard
LE NEWS

Menzione di Merito a “I Misteri del Vaso Etrusco”


Il mese di maggio è abitualmente ricco di fermenti e iniziative culturali. Ma questo maggio dei libri 2020 è, per forza di cose, molto diverso. Ci si sente spaesati senza il gradevole frastuono del Salone del Libro di Torino, dove i miei romanzi sono sempre presenti, con l’impossibilità di organizzare presentazioni ed eventi culturali e con l’uscita posticipata dei nuovi testi. Per questo ha un significato ancora più profondo l’aver ricevuto due importanti riconoscimenti nei primi giorni di questo mese.

Il mio romanzo “I Misteri del Vaso Etrusco” (Edizioni Universo) è stato premiato con la Menzione di Merito al Premio Letterario Nazionale La Felicità Ritrovata. Un riconoscimento importante per una trama particolare, che si svolge in un borgo antico ai giorni nostri e fa riflettere sul valore della famiglia e sulla forza che porta a superare le grandi sfide attuali.

Inoltre Tuttatoscanalibri ha consigliato la lettura del mio romanzo “Quelle Strane Ragazze” (Premio Letterario Perseide 2014), un thriller psicologico totalmente ambientato nel magico quartiere romano Coppedé, inserendomi tra i giallisti italiani, insieme ai grandi nomi di questo genere di letteratura.

Due enormi soddisfazioni e un’emozione unica!

Standard
LE NEWS

Sono tra i giallisti italiani, insieme ai grandi nomi consigliati da Tuttatoscanalibri!


Una bellissima sorpresa. Tuttatoscana mi annovera tra i giallisti italiani e consiglia il mio libro “Quelle strane ragazze” (Premio Letterario Perseide 2014). Un’emozione unica apparire insieme ai  nomi che ho sempre ammirato e seguito, Gianrico Carofiglio, Andrea Camilleri, Donato Carrisi, Maria Castellett e molti altri, tra cui amo ricordare Maurizio De Giovanni, che per me è un mito!

https://tuttatoscanalibri.com/2020/04/13/gialli-e-thriller-tuttatoscanalibri-per-cominciare-consiglia/?fbclid=IwAR2FcnUJ6hWmZpyaY0KbjpaXVb0LboHDp-OK1t6cQcs0jqEabulHXqhPi7g

Questo slideshow richiede JavaScript.

In ebook e cartaceo ordinabile in tuttte le librerie del territorio nazionale, nei negozi online e in distribuzione globale in tutto il mondo

https://danielaalibrandi.wordpress.com/category/distribuzione-globale/

 

Standard
LE NEWS

Allora è così che si invecchia


Allora è così che si invecchia amore mio, e non l’avrei mai detto quando credevo che il rosso passionale avrebbe lasciato il posto a tenui colori pastello. C’è stato un tempo nel quale avrei giurato che il battito veloce del cuore si sarebbe tramutato in quello stanco di un volatile in caduta, che la rugiada sui petali di rosa null’altro sarebbe stata che lacrime di occhi anziani e stanchi, che un giorno di noi non sarebbe rimasto poi granché.

E invece no, ci si rende conto di invecchiare nella veloce vertigine che assale nel levarsi dal letto al mattino, nella fatica a salire le ripide scale, nell’affanno di una corsa che non è più facile come quelle che ricordavamo. Ma il resto no, amore mio dolcissimo. Il battito di quelle ali è sempre più veloce, la rugiada riflette ancora il tuo sorriso sensuale e vicino a te il rosso è sempre più luminoso e passionale.

Ci si invecchia nel non stancarsi mai di stare insieme, nel desiderare la notte al ritmo dei nostri respiri, nel prenderci per mano ancora, seppure a volte tremeranno, e nel riuscire a udire solo le frasi d’amore che sgorgano sempre più belle e vive, anche se rischieranno di essere coperte dai sonori ronzii del nostro udito. Ci si invecchia pensando che dove andrai tu, verrò anch’io, sempre con te amore mio.

Tratto da “I doni della mente” su Amazon in Edizione cartacea ed ebook

In versione ebook anche su Kobo:   

https://www.kobo.com/it/it/ebook/i-doni-della-mente

 

Standard
LE NEWS

“Un romanzo scritto in maniera impeccabile… la Alibrandi è un’innovatrice”


Il nuovo sito di Del Vecchio Editore e il bellissimo spazio dedicato a “Una morte sola non basta”, il mio libro definito dalla critica un grande romanzo neo-realista. Presentato lo scorso anno presso la biblioteca della Camera dei Deputati, “Una morte sola non basta” è inserito in catalogo, in edizione italiana, nelle prestigiose biblioteche statunitensi di Harvard e Yale.

http://www.delvecchioeditore.it/prodotto/una-morte-sola-non-basta/?fbclid=IwAR1_AP505-Yjucc7E4H3QYOlB6uFK5WGdJph6YQpC5fc0ORmVXUdBOog5X8

“Un romanzo scritto in maniera impeccabile. Un’autrice interessante che induce a riflettere su temi trattati con troppa tragicità e poco spirito critico. La Alibrandi è una innovatrice.”

 

Nessuna descrizione della foto disponibile.

Standard
ARTICOLI LIBERA-MENTE, Interviste, LE NEWS

La sfera sessuale e il Covid… una bella intervista


Una bella esperienza la diretta di Orticaweb a cui ho partecipato insieme alla sessuologa Elena Botti. Il Covid ha trasformato le nostre abitudini e la sfera sessuale. Nei miei romanzi ho affrontato spesso e con varie sfumature l’argomento del sesso, ma come viverlo in un contesto come quello attuale?

“Del resto chiusi in casa, probabili vittime di un nemico invisibile e sconosciuto, con la totale incertezza del domani… direi che ci sono tutti gli elementi tensivi di un buon thriller, una situazione limite che può risvegliare qualcosa anche nella sfera sessuale” 

Questo slideshow richiede JavaScript.

Standard
LE NEWS

La giornata del libro e delle rose…


Oggi è la giornata dedicata al libro e al diritto d’autore. E’ anche nota come la giornata del libro e delle rose, perchè nella giornata di San Giorgio in Catalogna ogni uomo dona una rosa alla sua donna. Per questo a Barcellona i librai regalano una rosa per ogni libro venduto.

Posso vantare le origini andaluse della mia nonna materna e, anche se l’usanza è della Catalogna, voglio dedicare oggi la mia poesia “Dedicata alla rosa”, scritta in occasione della celebrazione dell’Anno di Raffaello (per cui ogni giorno viene deposta una rosa sulla tomba del grande artista), organizzata lo scorso mese di febbraio dalla FUIS con la collaborazione dell’Accademia della Rosa.

Scrivo romanzi, nella mia attività letteraria ho composto solo due poesie e l’ho fatto, come sempre, con il cuore!

DEDICATA ALLA ROSA  

Persiste ogni cosa nella fragranza della rosa

Ricordo di intime atmosfere

E delle profumate brezze leggere

La osservo e ammiro esile e sinuosa

Elegante e fiera come una modella in posa

O trepidante e pura come una donna in sposa

Tra i suoi morbidi petali umidi di rugiada

Non v’è timore di quel che accada

Solo profumo e amore, dolci memorie di belle signore

Palpitanti labbra carnose, schiuse come petali di rose

Sul gambo non soffermo il mio sguardo

Lì di toccare non mi azzardo

Potrei ferirmi con le sue spine

Scendendo in un limbo senza fine

Ferirmi di ricordi mai scordati

Di disperazioni e sentimenti lacerati

Potrei ferirmi con il tuo Addio

Che non posso e non voglio fare mio.

Daniela Alibrandi, poesia pubblicata su “I Doni della Mente”

 

Standard
ANTOLOGIA DI RACCONTI - I Doni della Mente, LE NEWS

La lettura è amore, così come lo è la scrittura


Scrivere è un atto d’amore, questo l’ho sempre pensato, ma quando si sente leggere con lo stesso sentimento ciò che si è scritto, il cerchio si chiude in una magia imperscrutabile. Lucia Caponetto legge “La Vera Storia della Befana”, una fiaba scelta dall’editore Morellini nell’ambito dell’iniziativa #Faivolareunafiaba. Mai come in questi giorni di isolamento è importante saper trascorrere il tempo insieme ai nostri bambini in modo sereno, nel mondo delle fiabe che, a volte, sono le uniche a poter spiegare loro le difficoltà dei problemi attuali.

“La vera storia della befana” è stata anche pubblicata da un mensile della RAI, da settimanali e in un numero dedicato ai bambini de “L’Ortica del Venerdì”. La fiaba fa parte della antologia “I Doni della Mente” (edizione inglese “Echoes of the soul”) disponibile in cartaceo e ebook su Amazon:

https://www.amazon.it/DONI-DELLA-MENTE-Racconti-Pensieri-ebook/dp/B019CRTCRI/ref=sr_1_1?__mk_it_IT=%C3%85M%C3%85%C5%BD%C3%95%C3%91&dchild=1&keywords=I+Doni+della+mente&qid=1587548930&s=books&sr=1-1

e in ebook su kobo:

https://www.kobo.com/it/it/ebook/i-doni-della-mente

 

Standard
ARTICOLI LIBERA-MENTE, I Miei Racconti, LE NEWS

Anziani, una generazione condannata o semplicemente sfortunata?


Gli anziani sono scomodi, diciamoci la verità. Colpevoli di aver determinato l’innalzamento dell’aspettativa di vita, fardelli della società che sottraggono energie e risorse ai giovani a cui non sono riusciti a fornire un futuro sereno, o almeno programmabile. Con le loro pensioni, senza voler tirare in ballo quelle d’oro, o il lungo permanere nei posti di lavoro hanno davvero stancato. E non fa eccezione quello che sta avvenendo in conseguenza del Coronavirus. Sempre loro, gli anziani, che vanno a occupare le sale di rianimazione, cercano ancora di respirare, dopo lo sfacelo che hanno creato.

Non vi scandalizzate leggendo queste poche righe, perchè, portato all’eccesso, questo è il messaggio sublimale che viene raccolto dalle tante dichiarazioni incaute che, involontariamente, vengono trasmesse in modo scriteriato. Da tempo si è compreso che è molto più facile addossare a una generazione le colpe di chi per decenni ha legiferato senza tenere d’occhio il bene comune, in modo egoistico e privo di ogni lungimiranza. Adesso è facile puntare il dito contro chi dà fastidio per il solo fatto di esistere e percepire una pensione, visto che in tutte le salse è stato insinuato che, a causa loro, i giovani non avranno di che vivere.

E ora, quanta attenzione alla salute degli anziani! Sembra addirittura di capire che questo virus sia selettivo, mentre si dovrebbe dire una volta per tutte che si tratta di una particella infettiva capace di uccidere tutti, a qualsiasi età. Con messaggi errati, molti giovani si sono illusi di essere immuni alle conseguenze peggiori, che invece sono dietro l’angolo anche per loro, per i bambini perfino. Anche nella Fase Due ci si preoccuperà di liberare gli anziani dall’isolamento per ultimi, e viene il sospetto che non sarà per il loro bene, ma solo perchè non ci sono energie da sprecare.

Gli anziani di oggi se ne vanno in silenzio. Nati e cresciuti nel periodo in cui gli adulti non ascoltavano il disagio infantile, per poi divenire genitori quando sarebbero stati i giovani a non volerli ascoltare e a criticarli. In loro adesso c’è solo tristezza, solitudine e la certezza che non avranno nessuno vicino a confortarli nel momento estremo o ad accompagnarli nell’ultimo viaggio. Neppure un funerale, niente lacrime, soli e nudi in una doppia bara disinfettata e destinati alla cremazione.

Se ne vanno sì, portando con sé le ideologie che li hanno animati nelle rivolte studentesche, accompagnati dall’eco delle musiche dei Beatles e dei Rolling Stones, dal rombo delle moto di Easy Rider. Il frastuono della loro esistenza sparisce, privo della riconoscenza, non della gratitudine, di chi a loro deve molto. E scevro del rispetto che per secoli è stato riservato alla loro saggezza. Di quella generazione non resterà granché, perchè il mondo ha dimenticato ciò che ha rappresentato.

***

In tempi non sospetti il mio racconto “La Generazione Mancante” trattava già una situazione analoga, ambientata in un futuro non troppo lontano. Pubblicato da vari settimanali e da un mensile della RAI ha ottenuto una grande attenzione, se volete leggerlo è al seguente link:

https://danielaalibrandi.wordpress.com/2019/10/20/togliere-il-voto-agli-anziani-semplice-provocazione-o-reale-proposta-la-generazione-mancante/

Standard
LE NEWS

leggere aiuta sempre…


Anche in questo periodo di chiusura è possibile leggere i miei romanzi. “I Misteri del Vaso Etrusco” e “Nessun Segno sulla Neve” (Premio Circe 2013) sono acquistabili online sui siti dedicati o chiamando la sede de L'”Ortica” al numero 069941736 per riceverli a casa. “I Misteri del Vaso Etrusco”, in particolare, è ordinabile anche tramite le librerie COOP. Una bella lettura può esorcizzare le difficoltà che stiamo vivendo!

https://www.librerie.coop/libri/9788890963452-i-misteri-del-vaso-etrusco-universoeditoriale/

I MISTERI DEL VASO ETRUSCO (Edizioni Universo)

SINOSSI: La pluripremiata Alibrandi si cala ancora una volta nei cassetti più riposti della mente umana, dove fioche fiammelle gettano oscuri bagliori su verità difficili da raccontare. La sua comprensione delle ragioni del male, nell’incessante ricerca dell’equilibrio e degli squilibri dei chiaroscuri dell’animo, valica i confini del noir per trasportarci nella realtà nuda e cruda dei segreti della provincia.

       NESSUN SEGNO SULLA NEVE (Edizioni Universo)

SINOSSI: PREMIO LETTERARIO NAZIONALE CIRCE 2013 – Un thriller psicologico, la cui trama inizia ai giorni nostri e porta a un avvenimento criminoso mai risolto, avvenuto nel 1968, quando il protagonista del romanzo frequentava il liceo. Questa storia, che sembrava dimenticata e sepolta, torna ad essere improvvisamente e drammaticamente attuale per lui, ora brillante e stimato medico oncologo di mezza età, quando in un caldo e pigro pomeriggio settembrino, si diverte a navigare in internet insieme al figlio. Aiutato da quest’ultimo, infatti, entra in un importate network e si imbatte nel profilo della ragazza che amava disperatamente in quegli anni, dalla quale purtroppo non era mai stato ricambiato. E’ l’inizio di un viaggio interiore intriso di profonda nostalgia, ricordi e passioni, che porterà il suo destino a intrecciarsi in modo imprevedibile con quello della ragazza, divenuta ormai una donna matura. Il romanzo offre un affresco fedele e nostalgico della vita italiana durante quegli avvenimenti sociali e politici, che segnarono in modo indelebile un’intera generazione. Ad arricchire il racconto una trama gialla che, partendo da un episodio criminoso avvenuto allora, termina con un finale imprevedibile al giorno d’oggi.

Se preferite l’ebook, questo è il link: https://www.amazon.it/NESSUN-SEGNO-SULLA-Nuova-Edizione-ebook/dp/B01M4JNG4V

Oggi, 30 marzo 2020, “Nessun segno sulla neve” è tra i primi 100 Best Seller di Amazon Italia”!

 

Standard
ARTICOLI LIBERA-MENTE, LE NEWS

Le rughe nell’animo… al tempo del Coronavirus


Pubblicato da L’Ortica del Venerdì il 17 aprile 2020

All’inizio era solo stupore, incredulità, impossibilità ad accettare il repentino cambio delle situazioni e degli scenari a cui eravamo abituati. Non sentire più nelle ore di punta il vociare, a volte festoso e più spesso lamentoso, dei bambini che entravano a scuola, il traffico dei genitori, che già stanchi nervosamente li accompagnavano, l’autobus preso d’assalto, i clacson e le tante, a volte troppe sollecitazioni esterne che impedivano perfino la concentrazione. Poi inaspettatamente tutto  si è chetato, anche lo schiamazzo delle improvvisate partite di calcio all’angolo della strada, persino l’odioso e continuo abbaiare dei cani. Tutti chiusi in casa per non contagiarsi con il nuovo, sconosciuto, temibile virus.

Sembrava impossibile, veniva da chiedersi se fosse realtà o se tutti insieme avessimo deciso di girare le scene di un film di fantascienza. All’improvviso volti irriconoscibili nascosti dalla mascherina, distanza tra di noi, sguardi sospettosi a indagare un colpo di tosse, uno starnuto non protetto dalla piega del gomito e non più dalla mano. Interminabili file, stavolta rispettate con rigore, per entrare in farmacia o al negozio di alimentari. Il foglio di via per non essere sanzionati, tutte precauzioni messe in atto per il bene comune.

E adesso il silenzio, profondo, totale, assordante, rotto solo dagli automezzi che continuano la raccolta differenziata e che con il loro rumore ci ricordano i carri dei monatti, quando durante la peste andavano di casa in casa a raccogliere i malati da portare al lazzaretto o i defunti da cremare. Già, come sta accadendo oggi a chi muore soffocato dal liquido nei polmoni. Viene da pensare che molti modi di morire sarebbero cento volte meglio. Tanta paura del colesterolo, dei trigliceridi, non mangiare questo o quello, tutti pronti al sacrificiio alimentare che preserva da complicazioni. E poi arriva un virus che fa rimpiangere perfino la morte vissuta con il conforto dei propri cari, una particella infettiva di dimensioni submicroscopiche che ti leva tutto, anche una fine dignitosa, il diritto ad essere accompagnato nell’ultimo viaggio dalle lacrime di chi ti ama.

Ed è proprio nel silenzio, assordante  e stupito dentro e fuori di noi, che i pensieri volano, come i molti volatili tornati a popolare la pineta vicina al mare. E’ come se la natura fosse l’unica autorizzata a parlare. Ci si accorge che non c’è voluto poi tanto che riprendesse i suoi spazi, dimostrandoci che lei è sempre stata lì, paziente, nonostante la cattiveria e l’indifferenza con cui è stata trattata. E non ci porta rancore, anzi, ci regala in un’inedita e intatta cornice il tripudio di profumi e colori a cui da tempo non si dava importanza.

Vivo sulla costa da anni e mi sorprendo nel vedere l’intraprendenza degli uccelli che con ampi voli rallegrano il panorama, planando sui balconi e sui terrazzi, quasi curiosi di scoprire che fine abbiano fatto i rumori che li tenevano lontani. E da qui scorgo il mare, la baia dove godevo di infinite camminate, un mare a cui adesso è vietato accedere. Osservo la striscia azzurra e vedo il suo colore che oggi è turchino, nostalgico. Mancano anche al mare quelle passeggiate, ne sono certa, ricordando le onde che al mio arrivo si allungavano a lambirmi le gambe, come un cucciolo che mi riconosceva festoso. Adesso lo immagino così solitario, mentre gode però della pulizia della spiaggia e del rispetto che non gli era più riservato.

È la natura adesso a indicarci la strada per non tornare a essere ciò che siamo stati, ci offre una chiave di lettura che per troppo tempo abbiamo ignorato. Adesso abbiamo capito che gli scenari possono cambiare in un attimo, che la libertà ci può essere tolta con poche mosse, che l’unione tra di noi è importante per vincere la distanza sociale. Stiamo sperimentando formule nuove lavorative e didattiche, che potranno svuotare le città dal traffico e dall’inquinamento assassino. Stiamo comprendendo l’importanza delle risorse umane e materiali che non dovremo mai più lasciare andare. Abbiamo capito troppe cose tutte in una volta e stranamente vediamo che la pelle proprio in questi giorni, non sottoposta ai soliti stress, mostra meno rughe, che i capelli tornano rigogliosi senza l’assalto degli acidi agenti atmosferici. Ma le rughe ora ce le abbiamo nell’animo e non ci sarà nessuna crema miracolosa a cancellarle, perché sono rughe di maturità, di consapevolezza, e in alcuni laceranti momenti, di estrema tristezza.

Pubblicato da L’Ortica del Venerdì

 

Standard
ARTICOLI LIBERA-MENTE, LE NEWS

“Più salute = meno libertà, l’equazione crudele”


Propongo di seguito il mio articolo “Più salute=meno libertà, l’equazione crudele”, uscito oggi su OrticaWeb.                         Leggi nel seguente link:

Più Salute-Meno Libertà, l’equazione crudele

“…Avremmo dovuto indignarci di fronte all’abbandono di strutture sanitarie che erano autentiche eccellenze, avremmo dovuto disperarci, strapparci i capelli e graffiarci il volto fino a farlo sanguinare, come di fronte a un lutto senza rassegnazione, nel vedere un solo giovane laureato, in medicina come in altre facoltà, decidere di lasciare il Paese per trasferirsi dove le sue capacità venissero valorizzate…. “

Standard
LE NEWS, Video Gallery

“Viaggio a Vienna” (Morellini Editore), un’anticipazione…


Un’anticipazione della trama per i molti di voi che attendevano l’uscita di “Viaggio a Vienna” (Morellini Editore ) per questo difficile mese di marzo e che sarà invece la novità d’autunno, preannunciata dalla stessa casa editrice.

Morellini Editore è con Daniela Alibrandi Autore.

Uscirà quest’autunno il nuovo romanzo di Daniela Alibrandi Autore, “Viaggio a Vienna” che racconta la storia di Anna, una donna piena di vita, con una professione, quella di giornalista, che pratica con grande entusiasmo. Mentre riesce a vivere su piani diversi due importanti storie sentimentali, è angosciata per non essere ancora divenuta madre. A causa di una misteriosa esperienza, si trova adesso nello stato di coma. In molti si alternano al suo capezzale nell’intento di farla svegliare, rammentandole fatti salienti e persone importanti della sua esistenza. Lei afferra le sollecitazioni che la portano a rievocare molto del suo vissuto, ma ciò che primeggia è il ricordo del viaggio a Vienna, una memoria che nasconde un segreto inconfessabile. E in un crescendo impietoso ci troveremo a voler seguire Anna, accompagnandola nella composizione dell’imprevedibile puzzle che lentamente troverà la sua definizione.

Il romanzo è ordinabile presso la casa editrice  https://www.morellinieditore.it/scheda-libro/daniela-alibrandi/viaggio-a-vienna-9788862987646-579361.html

Standard